Fiume Spool

Spöl

Nome in Livignasco : Áqua Gránda

Lunghezza: 15 km circa

Specie presenti (misure minime): Iridea (24cm), Fario (24cm), Salmerino di Fonte (24cm), Temolo (37 cm).

Apertura della pesca: dalla 1ª domenica di marzo fino alla 3ª domenica di ottobre.

Permessi necessari: normale permesso di pesca + regionale; per le “Zone Turistiche” permesso turistico (20€ per il giornaliero) + regionale (2€ giornaliero).

Esche consentite: naturali ed artificiali con restrizioni.

Ami: senza ardiglione.

Il fiume Spöl attraversa la Valle di Livigno per tutta la sua lunghezza, per un totale di circa 15 km. Nelle sue acque cristalline troviamo numerose trote fario, iridea, temolo e qualche salmerino di fonte, la sua portata d’acqua può variare molto nel corso dell’anno come pure giornalmente, essendo le sue acque e quelle di molti suoi affluenti sfruttate da A2A per scopi idroelettrici. La portata comunque nei punti di maggior interesse si mantiene buona, permettendo la pesca, mentre nella parte iniziale e nulla vista la mancanza tutt’oggi di precisi parametri che possano garantire un vero deflusso minimo vitale. All’incirca ogni mese, nelle sue acque vengono immesse trote iridee pronta pesca, secondo il calendario d’immissione dell’ Unione Pesca di Sondrio, nel tratto di fiume che va dal Pònt da San Gioàn (Ponte San Giovanni in prossimità della Casa della Sanità) fino alla Segheria Vecchia, situata 200 metri circa sotto alLaghét da Luigiòn. Nei tratti dove non viene immesso pesce pronta pesca ci si imbatte in notevoli quantità di novellame, con qualche sporadica cattura di buone dimensioni. Nel tratto di fiume che va dal Pònt da Bondi (nelle vicinanze della telecabina Mottolino) al Pònt da li Pònt(ponte che porta in zona Pemònt), è stata inserita una zona denominata sui regolamenti UPS come “Turistica”, dove viene immesso settimanalmente pesce di grossa pezzatura. Per pescare in questa particolare zona bisogna munirsi di apposito permesso. Curiosità. Il nome reale di questo fiume nel dialetto locale sarebbe Áqua Gránda. Spöl, difatti, sarebbe il nome che in realtà prendeva nella parte sottostante alla confluenza con l’Acqua del Gallo, andando a scorrere nella valle dello Spöl, in territorio elvetico. Il suo corso finisce confluendo nel’ Inn, il quale poi diventa immissario del Danubio, entrando a far parte del suo bacino idrografico. Questo consente alle imbarcazioni italiane di navigare liberamente nel Danubio e nel Mar Nero dove sfocia quest’ultimo. Il fiume Spöl, è costeggiato per la quasi totalità della sua lunghezza, dalla pista ciclabile, fiore all’occhiello di Livigno, sulla quale si può pedalare o passeggiare in tutta tranquillità con la famiglia, godendosi delle stupende giornate in riva al fiume. Raggiungere questa meta di pesca è molto semplice inquanto, una volta a Livigno, è l’unico fiume che percorre la vallata, con numerosi punti d’ingresso sulla ciclabile.

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

2 risposte

  1. doriano maglione
    doriano maglione / 3-13-2015 / ·

    ciao sono doriano, ciao a tutti

    vengo su in settimana come sempre con gianfranco

    sono stato allo show di dublino in febbraio dopo expo di vicenza.

    ho aperto uno stand italia e svizzera e eidzioni flyline dove scrivo da due decenni. ho portato su materiale ccommercio sondrio e anche ept bormio. 50 anni di valtellina e anche decenni di management ups ti restano nel sangue. keep in touch doriano

    1. Associazione Pesca Livigno
      Associazione Pesca Livigno / 3-15-2015 / ·

      Ciao,
      magari quando passi da queste parti, se possibile sarebbe bello scambiare qualche parola e confrontarsi, vista la tua esperienza…magari potresti darci anche qualche dritta sulla pesca dalla barca, dove siamo ancora allo stato “primitivo” :-)…

Lascia una risposta